Pasticciando con i sogni: #Traveldreams2015


La mia colonna sonora

Titolo: Creating A Dream

Autore: Xavier Rudd


Sfoglio i pensieri come un libro, cercando di metterli in ordine e dare delle priorità. Mi aggrappo a immagini, emozioni e sensazioni passate, cerco di viverle ora prima di proiettarle nel futuro. Costringo la mia mente a pensare a questo momento, senza andare oltre.

Mi crogiolo nel tepore dei sogni con l’incertezza di sapere se si realizzeranno. In fondo poco importa in questo momento. Non potrei vivere senza i miei sogni, proiezioni di una realtà in sviluppo, energia potenziale di cui posso decidere il destino. Sta a me, alle mie scelte, renderli liberi di formarsi magicamente davanti ai miei occhi o disgregarli come un castello di sabbia raggiunto dall’acqua. Sono io a guidarli, sono io la responsabile del loro successo. Così mi ritrovo assorta, circondata da sogni che mi danzano intorno, come farfalle colorate e leggere. Tanti, ma mai troppi: lo spazio per sognare c’è sempre. Alcuni sono incredibili e passati, forse oggi impossibili, altri vivi e attuali: prime bozze di idee nascenti che ho paura a chiamare in altro modo per non rimanere delusa. In fondo alcuni sogni non sono che questo: piccoli passi di una realtà possibile, ineffabili follie guidate dall’impeto dell’Essere. Le follie sono le uniche cose che non si rimpiangono mai scriveva Wilde, ed io aggiungo anche i sogni.

La mia lista di Traveldreams per il 2015 è rimasta intatta all’anno scorso: Asia è l’unico nome che echeggia più forte degli altri. Sogno ancora il Maestro Shifu , i templi, i ciliegi e le montagne più alte del mondo. Aggiungo anche il Bhutan perché lo scorso anno mi era sfuggito. Ma faccio uno sforzo, neanche tanto pesante, e cerco altre voci che saltano da una parte all’altra della mente.

Vorrei spendere tutti i miei soldi in Norvegia, fino alle Svalbard. Passando ovviamente per l’Islanda, scendendo in Svezia, fino in Finlandia. Tornerei in Africa per dedicarmi al volontariato per un po’ di mesi e se possibile andare a trovare amici che vivono lì. Se proprio il destino volesse darmele tutte vinte, chiederei di passare per le isole di São Tomé e Príncipe. Ma qui l’ho sparata grossa.

Sarà un anno pieno, già lo so, quindi penso bene e cerco di trattenere quelle farfalle che volano sempre più in alto e vorticosamente intorno a me. Vorrei fare un viaggio in Spagna. In realtà sono innamorata di ogni angolo di questo Paese, da nord a sud, e non riesco a dare la priorità a qualcosa. Andrebbe bene sia scoprire nuovi luoghi, che tornare in altri. Restando in Europa andrei a Londra, perché mi vergogno a dirlo ad alta voce ma io non ci sono stata. E ora che l’ho detto mi vergogno ancora di più. Dopo la Giordania, vorrei tornare nel deserto, magari in Oman, perché il silenzio è stato un dono speciale e la cultura una calamita di opposti da cui farsi catturare. Per non fare torto a nessuno, mi dirigerei anche dall’altra parte: Cuba sta prendendo spazio nella mia mente, sgomitando tra le altre mete per farsi notare.

Vorrei avere il tempo di vedere la mia Italia. Il 2014 mi ha regalato la Liguria e la Puglia ma è stato solo un fugace saluto. Tornerei in Puglia, magari tuffandomi nelle acque del Salento almeno una volta nella vita, per poi trovarmi improvvisamente tra le spiagge malinconiche della Sardegna. Mi vorrei dedicare a quello che tutto il mondo ci invidia: Matera, Pompei, la Costiera Amalfitana. Tutti luoghi che si stanno imprescindibilmente sgretolando davanti ai nostri occhi. La furia del potere ci rovinerà, e noi, ancora una volta, non siamo stati in grado di proteggere ciò che ci appartiene.

Ma più di tutto vorrei viaggiare con persone speciali, riabbracciarle. Vorrei non rimandare momenti che passano. Rispondere agli inviti che rifiuto perché le giornate sono intense e ci sarà il tempo di farlo più avanti. Unire la scoperta agli abbracci che con una chiamata non si possono trasmettere. Mantenere le promesse fatte tramite messaggio, stringere rapporti con persone che amano la propria terra e investono il loro tempo per essa.

Ho esagerato anche quest’anno?

 



Grazie a Manuela e Farah per questa iniziativa. I #Traveldreams sono nati per caso, con la spontaneità di un messaggio e la voglia di condividere qualcosa di bello.


43 pensieri su “Pasticciando con i sogni: #Traveldreams2015

  1. Secondo me con i sogni non si esagera mai … dico bene? :)
    E poi io penso che ognuno di noi, coma hai detto tu, sia l’unica persona a guidare i propri sogni, l’unica capace di farli realizzare o di farli sgretolare come un castello di sabbia.
    Io, nel dubbio, ci credo sempre, fino all’ultimo, con tutta me stessa!
    E ti auguro di farli avverare tutti!

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Io anche non smetto mai di crederci, e cerco di visualizzarli il più possibile. Pam, grazie. Ti auguro un 2015 pieno di sogni avverati!

  2. Ho fatto partire la canzone “Creating A Dream” ed ho sognato con te. Ho visto le farfalle volare e ricordato Zanzibar. Io là ho lasciato un pezzo di cuore. Primo viaggio fatto e prime emozioni. Quello del volontariato poi è sempre stato un mio forte desiderio. Che dici: partiamo davvero? :-)
    A presto,
    Ila

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      :) Direi che tu mi sei avanti già di un po’ di ore.
      Partiamo davvero. Questo è certo! Non si può levare l’ossigeno per respirare.

      ps. ti seguo. Pensami quando scatterai la prima foto lì.

  3. Bellissimi i tuoi sogni… e no, nessuna esagerazione: i sogni non sono mai esagerati!
    Continua così, ti auguro di realizzarli davvero tutti e anche qualcuno in più!

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Grazie Lucia! “Anche qualcuno in più” mi è piaciuto veramente tanto. Auguro tutto anche a te, sogni, viaggi, emozioni, sorrisi.

  4. Sono cresciuta con i cartoni della Disney e la canzone di Cenerentola “I sogni son desideri…” beh l’ho canticchiata mentre scrivevo i miei viaggi da sogno 😉 perchè sognare non costa nulla e allora tanto vale farlo in grande. Quindi ti auguro di realizzare i tuoi di sogni, di scoprire il mondo con passione ed entusiasmo, ma soprattutto l’Italia che hai citato con tanti luoghi. Buoni Viaggi 😉 Monica – i Viaggi di Monique

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      A chi lo dici, io canticchio spesso le canzoni della Disney! Quest’anno vorrei dedicarmi alla nostra Italia, perché è forse il Paese in cui mi sono spostata di meno. E’ incredibile a pensarci!
      Ti auguro di cuore il meglio per questo 2015.

  5. Grazie a te, Manuela e Farah anche noi ci siamo permessi di esagerare un pò.. ma altrimenti che sogni sarebbero!? 😀 😀 D’accordissimo su Matera-Pompei-CostieraAmalfitana.. e le altre bellezze di un’Italia da proteggere e valorizzare!
    A presto!

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Ma sì, tanto che male c’è nell’esagerare un po’ con i sogni? :)

      Vi auguro tanti viaggi ragazzi!

  6. I sogni non sono mai esagerati…anzi: sognare, sognare e ancora sognare!!
    Il volontariato é un tema che dico di voler provare da un po’ ma non mi sono ancora informata bene, pero’ nel 2015 piacerebbe anche a me…
    in bocca al lupo per realizzarli tutti!!
    Ed ora ascolto la tua colonna sonora :)

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Il volontariato è un sogno che ho da un po’ di tempo e che spero di realizzare prima o poi..
      La colonna sonora è di Xavier Rudd, un cantante australiano che affronta anche tematiche riguardanti gli aborigeni. E’ molto bravo (e io lo adoro, inutile dirlo).

      Ti auguro un anno pieno di viaggi Elisa. Un abbraccio!

  7. Che viaggi meravigliosi, ti auguro di realizzarli tutti!
    http://www.lillyslifestyle.com

  8. no, no, dai, concordo anch’io sul fatto che a sognare non si esagera mai :)
    Londra è la mia città del cuore, quella che conosco meglio dopo la mia Torino, quella in cui sono stata più volte (praticamente… ogni anno), la città dei miei “vorrei”: Torino è ciò che sono, Londra è ciò che vorrei essere.
    Sono quindi un po’ di parte se ti dico che è meravigliosa, ricca di sfaccettature, con una personalità ben definita ed intrigante?
    Forse sì, ma in ogni caso ti auguro di riuscire a visitarla – così mi potrai dire che ne pensi.
    Ah e poi… nelle Svalbard ed in Islanda ci andrei al volo!! Mi lasci un posticino in valigia se ci vai?? :)

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Londra mi è sempre sembrata così vicina che ho finito per non visitarla mai. Ma quest’anno mi sono convinta e non mi lascerò distrarre!
      Le Svalbard, l’Islanda e tutto il nord sono un chiodo fisso. Se ci dovessi andare, ti scrivo un messaggio!
      Grazie Serena :*

  9. Tra i tuoi traveldreams c’è n’è uno a cui sto già “lavorando” ma manca ancora un sacco di tempo e io sono molto scaramantica.. ma sarebbe un bel regalo per me coinvolgerti, quindi ti scriverò in privato per farti la mia proposta indecente!
    Nel frattempo di auguro un anno nuovo pieno di soddisfazioni e di sogni realizzati!
    Un bacio,
    Francesca

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Sono veramente troppo curiosa. E mi incuriosisce ancora di più la proposta!
      Ti auguro un anno profondo, pieno, nuovo, felice ed emozionante. Ti abbraccio.

  10. Grazie a te, tesoro.
    Sono felice di avere un progetto che ci accomuna e avvicina, ancora di più. Oltre ad essere felice di avere questo grande sogno condiviso: viaggiare. Sono impaziente di scoprire cosa ci riserverà questo 2015 insieme!
    Ti voglio bene**

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Quest’anno un altro viaggio insieme non ce lo leva nessuno. Grazie per tutte le cose speciali che condividiamo.
      Ti abbraccio forte, gioia mia. <3

  11. Sogni e viaggi sono due parole che stanno benissimo insieme nel mio dizionario privato!
    Faccio outing anch’io…mai stata a Londra!
    Un abbraccio e tanti auguri che il 2015 ti porti tanti viaggi che sogni!

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Vediamo se quest’anno è quello giusto per Londra!
      Un abbraccio, ti auguro un anno di meraviglia, sorrisi e viaggi.

  12. Grazie, Lucia! Anche a te auguro un #2015xSorridere! Sì, sogno che (sor)ridere sia la lingua più condivisa e praticata, ovunque.

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Ho letto di essere su #LessIsSexy e mi è piaciuto tantissimo! :)

      Ci auguro un #2015xSorridere. Un abbraccio forte.

  13. E oggi, 31 dicembre, sei anche su #LessIsSexy :)

  14. Sarebbe bellissimo realizzare almeno uno di questi #Traveldreams2015 assieme. Che ne pensi? :)
    Tutti bellissimi, tutti estremamente condivisi (mentre leggevo pensavo “anche io, anche io”) 😀
    Ti abbraccio gioia mia!

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Manu, tra le righe c’è il nostro viaggio e un pizzico di noi.
      Ti abbraccio forte Tesoro.

  15. L’Asia è anche il mio chiodo fisso. Devo studiarla ancora molto, ma spero proprio di andare. Magari organizziamo insieme, ho visto che anche le altre ci sarebbero. Conta su di me! :)

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Cara Sara, l’Asia è IL sogno. E’ un continente pieno di armonia e sfaccettature da cogliere.
      Organizzeremo! :)

  16. Tutti i viaggi partono col primo piccolo passo, ti auguro di camminare tanto realizzando i tuoi sogni

  17. Ciao Lucia,
    come non condividere con un enorme sorriso tutti i tuoi traveldreams?
    L’Asia prima tra tutte…. Una chiamata potente, lo capisco!

    Ti auguro di realizzarli tutti, un bacio Danila.

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Ciao Danila,
      grazie mille! Hai proprio ragione, come si fa a non rispondere all’Asia?
      Grazie mille di aver partecipato! :)

  18. Ecco, i tuoi me li ero persi…è che ero in Asia :-p (mi sa che da vecchi ci ritroveremo tutti a vivere nel continente giallo!!).
    Che dire: molto “travel”, molto “dreams”…non mi aspettavo niente di meno (Svalbard e Sao Tomè, aggiungo un altro tassello alla mia ammirazione per te, se non altro per la fantasia)!!

    P.S. Cuba: da pochi giorni ha cominciato piano piano a rosicchiare spazio nella mia mente…ho il dubbio di non avere scampo!

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Ti ho seguito! Ma che bel viaggio hai fatto? Ora aspetto di leggerti!
      Comunque alle Svalbard avevo organizzato un super viaggio con partenza da Oslo.. poi ho dovuto rinunciare perché avevo sforato con il budget al terzo giorno! 😀

      Ci risentiamo a metà anno e vediamo a che punto siamo! :) Grazie ancora!

  19. Sognare e desiderare fa proprio bene a mente e spirito tesoro!
    Il Nord Europa lo vorrei tanto tantissimo anche io ^_^
    Ti abbraccio e ti mando tanti baci luccicanti.

    • RespirareConLaPancia il ha detto:

      Ho scritto che ci spenderei tutti i miei soldi perché è proprio la sensazione che ho quando penso al Nord Europa: finire i soldi ed essere felice! ^.^

      Grazie Saretta mia, ti abbraccio forte.

  20. Una lista niente male. Intanto la costiera amalfitana e Pompei sono già in attesa.

  21. In ogni caso Matera è qualcosa di indescrivibile.

  22. Che bel post, mi auguro davvero che tutti i tuoi sogni possano diventare realtà. Anche io che sono…” più grandicella” non smetto mai di sognare :-)

Commenti

Giuro che non darò mai la tua email a nessuno! I campi obbligatori hanno un *

*

Continua con le prossime Converse...


Non Avere Paura, Segui il tuo Cuore, Respira con la Pancia

Disegno continuamente sogni nella mia testa, la mia curiosità mi porta ad un costante movimento, che sfocia nelle più disparate attività. Sorrido molto, mi commuovo facilmente, dico che non parlo tanto, ma a sentire cosa dicono gli altri di me, non è vero. Leggo molto e cose pesanti a volte, ma ho anche I love Shopping nella mia libreria. Sono disordinata a tratti, faccio finta di essere organizzata. Sono ottimista con gli altri e pessimista con me. Ascolto molto. Ringrazio ogni giorno la fortuna di avere persone splendide che mi hanno cresciuta ed altre che mi stanno accanto. Mi alterno tra ragione e sentimento, con una spiccata empatia per la dualità dell'Essere. Mi dedico, con risultati da definire, al flusso del benessere. Ricerco nel viaggio il contatto con il Mondo, e con la mia vita. Mi ci immergo completamente, scoprendo aspetti e dettagli di emozioni da conservare e da ricordare per non smettere di imparare.

Le converse sono le mie compagne di viaggio, delicate e forti, mi hanno accompagnato ovunque. Questo il motivo della loro presenza continua.

Scrivere è una forma sofisticata di silenzio, per me necessaria.